Creo oggetti unici attraverso

la personalizzazione dei tuoi desideri e la modellazione del fimo

Mi sono specializzata nella produzione di quadri, cake toppers, bomboniere, bijoux con personaggi personalizzati, oggetti unici creati attraverso la modellazione del fimo.

I prodotti sono realizzati principalmente in pasta polimerica o in porcellana fredda, sono tutti modellati a mano e senza l’uso di stampi. I soggetti riprodotti hanno origine principalmente dal mondo reale, essendo protagonisti di eventi importanti (una coppia di sposi nel giorno del loro matrimonio, ad esempio), ma possono appartenere anche al mondo fantastico e colorato dei fumetti o dei cartoni animati.

Ogni mia creazione si basa sull’attenzione per i dettagli, sulla precisione e sull’armonia dei colori, aspetti che reputo propri della mia personalità, ma soprattutto fondamentali per il risultato finale.

Il mio desiderio è trasformare la voglia di regali personalizzati in realtà, attraverso oggetti in cui, mantenendo le linee del mio stile, replico le caratteristiche salienti dei personaggi che mi vengono commissionati.

Spero in questo modo che il piacere dei ricordi rimanga vivido per un lungo tempo.

Dalla pasta di zucchero alla pasta polimerica ed alla porcellana fredda

Ho conosciuto il cake design nel 2012 sfogliando le pagine di una rivista ed è stato amore a prima vista.

Il fascino visivo della modellazione mi ha subito folgorata, facendo riaffiorare tutte le emozioni che fino ad allora avevo provato con la pittura.

Ho trovato sul web artisti con stili e manualità fuori dal comune, come Molly e Carlos Lischetti  (i miei preferiti), che mi hanno ispirata e che continuano a stupirmi. Ho così deciso di seguire alcuni loro corsi di specializzazione.

Ho successivamente realizzato alcuni tutorials per Cakedesignitalia e Cakemania: li puoi trovare cercando il mio nome nel box di ricerca. 

IL MIO INCONTRO CON IL FIMO

Dopo un anno ho scoperto il fimo ed il mondo delle paste polimeriche grazie ad un’amica che mi ha chiesto di realizzare le bomboniere per il battesimo della figlia. Nel fare le prime prove mi sono accorta che tale materiale aveva moltissime affinità con la pasta di zucchero.

E’ versatile, colorato, plasmabile a piacimento e soprattutto i soggetti che si possono ottenere soddisfano un concetto per me molto importante: le bamboline nate per quell’occasione avrebbero reso duraturo nel tempo il ricordo, esprimendo la singolarità del momento tramite le personalizzazioni dei particolari.

L’anima delle mie creazioni è proprio questa: piccoli oggetti giocosi che parlano di te, capaci di regalare il sorriso.

Mi è sempre piaciuto “lavorare con le mani” e dare forma a qualcosa di unico ed estremamente curato. Ho trovato quindi nel fimo un perfetto compagno perché è specifico per creare piccoli dettagli che fanno la differenza rispetto ad un prodotto industriale.

La pasta polimerica è una pasta sintetica facilmente modellabile e termoindurente, può essere lavorata a temperatura ambiente e non secca all’aria, ma si indurisce cuocendo in un forno apposito per circa 30 minuti ad una temperatura tra i 110°C ed i 150°C (a seconda del tipo utilizzato).

In commercio ne esistono di diverse marche: le differenze sostanziali sono di temperatura e tempi di cottura, consistenza, lavorabilità e varietà di colori disponibili. La scelta di quale usare varia in base al soggetto da realizzare. Quella che uso principalmente è il Fimo.

Amo sperimentare nuove tecniche e materiali, restando ricettiva nei confronti delle nuove opportunità che nascono e che l’esplorazione della modellazione porta con sé.

La scoperta della porcellana fredda

Per questa ragione ultimamente mi sono affacciata al mondo della porcellana fredda (chiamata in Brasile ed in tutto il sud America con il nome di porcelana fria o biscuit).

Esistono in commercio panetti già colorati, ma personalmente preferisco prepararli dosando il quantitativo di colorante, in modo da regolare al meglio le tonalità e le sfumature che servono per il soggetto da creare. Se si desidera quindi colorare il panetto bianco si possono usare i colori acrilici, alimentari, ad olio o le tempere.

Risulta elastica e morbida quando la si manipola, diventando poi solida al contatto con l’aria, modificando così il suo stato fisico. Ha quindi una lavorazione molto simile alla pasta di zucchero anche se si asciuga più velocemente per cui deve essere lavorata rapidamente.

Amo un mondo fatto di colori e fantasia, abitato da piccole creature che con la loro presenza sono in grado di realizzare i tuoi desideri.

Scopri come lavoro!