IL CAMMINO DI SANTIAGO

Avevo già sentito parlare del Cammino di Santiago, ma non mi ero mai informata più di tanto.

Poi quando mi chiesero di realizzare in pasta polimerica tre amiche in procinto di partire per quel viaggio mi documentai navigando in vari siti, soprattutto in questo.

Il cammino di Santiago (Santiago de Compostela è la città capoluogo della regione Galizia in Spagna) è il pellegrinaggio più famoso del mondo, un percorso composto da una serie di itinerari che, partendo da luoghi diversi della Spagna, del Portogallo e della Francia, consentono di ottenere la Compostela, il perdono dei peccati.

Esperienza unica ed emozionante, da fare da soli o in gruppo, a piedi o in bici, è un’occasione per ritrovare se stessi, sfidare i propri limiti fisici e psicologici, per condividere momenti intensi lungo il cammino con molte altre persone, scoprendo alcuni dei luoghi più suggestivi dell’Europa orientale fino a raggiungere la Cattedrale di Santiago de Compostela, per venerare le reliquie dell’apostolo San Giacomo.

Dal 2013 attira ogni anno più di 200.000 pellegrini, con un tasso di crescita di oltre il 10% all’anno.

Le strade francesi e spagnole che compongono l’itinerario sono state dichiarate Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Si tratta grossomodo (a seconda del sentiero e dell’allenamento) di un percorso di 800 km per la durata di 1 mese.

Il cammino Francese è l’itinerario per Santiago più frequentato. Il suo punto di partenza è Saint Jean Pied de Port in Francia.

Percorsi cammino di santiago

Una delle tre amiche aveva il desiderio di regalare le Mini-Me, in modo tale che tutte avessero le collane da indossare durante quell’esperienza e che servissero a mantenere vivo il ricordo.

Iniziava così il loro viaggio, con uno zaino in spalla e comode scarpe da trekking ai piedi…

Miniature in pasta polimerica per il cammino di santiago

Una volta arrivati a Santiago de Compostela, presso l’Ufficio di accoglienza del Pellegrino, è possibile ritirare la Compostela.

Fondamentale al momento della richiesta è avere con sé la credenziale del pellegrino con i timbri sufficienti per avere diritto al certificato. Per la Compostela infatti è necessario aver compiuto almeno gli ultimi 100 km. Per chi parte per Santiago facendo gli ultimi 100 km, sono richiesti 2 timbri al giorno sulla credenziale.

Amiche in pasta polimerica lungo il cammino di santiago

Conosciuta anche come la conchiglia del pellegrino e concha di Santiago, è il simbolo per eccellenza del Cammino di Santiago, sia come distintivo sul fronte dell’attrezzatura dei pellegrini, sia come rappresentazione continua sulle facciate degli edifici emblematici situati lungo il Cammino.

Non si tratta di una conchiglia qualunque ma della valva della capasanta, conosciuta anche come pettine di mare o pettine di San Giacomo.

Storicamente i pellegrini rientrando da Santiago de Compostela portavano con sé la conchiglia raccolta sulle sponde della Galizia per dimostrare di esser giunti alla meta.

Spesso sulla conchiglia viene raffigurata anche la croce di San Giacomo. E’ una spada rovesciata in cui il lato lungo rappresenta la spada e il lato corto l’impugnatura.

conchiglia cammino di santiago

Una volta la conchiglia era l’oggetto necessario per dimostrare di aver percorso il pellegrinaggio. Oggi si utilizza come semplice accessorio senza uno scopo, se non un ricordo del magnifico Cammino.

Collane in pasta polimerica per il cammino di santiago

E così grazie a questa richiesta che mi ha permesso di approfondire l’argomento, è nato in me il desiderio di intraprendere questo viaggio.

In caso qualcuno di voi ci fosse stato sarei curiosa di conoscere le vostre esperienze ed opinioni in merito. 🙂