MARY POPPINS

Mary Poppins ha sempre ricordato un periodo felice della mia infanzia. L’ho visto infatti per la prima volta quando ero ancora una bambina e l’ho rivisto successivamente assieme ai miei figli piccoli. L’atmosfera magica, le canzoni indimenticabili “Supercalifragilistichespiralidoso” e “Basta un poco di zucchero e la pillola va giù”, il sorriso e la fermezza della tata Julie Andrews, la meravigliosa città di Londra, i viaggi dei bambini catapultati nel mondo dei cartoni animati, il balletto degli spazzacamini sui tetti, tutto ciò è rimasto custodito come un piacevole ricordo nella mia mente per tutti questi anni.

Nel primo film, datato 1964, siamo a Londra nel 1910 ed al n. 17 di Viale dei Ciliegi vive la famiglia Banks, composta dal padre, dalla madre Winifred e dai figli Jane e Michael. Il capofamiglia, integerrimo bancario, gestisce la propria casa in modo ferreo e preciso pretendendo sempre che le cose funzionino perfettamente. Quando si dimette la governante decide di scrivere un’inserzione sul Times, ed è proprio a questo punto che va in loro aiuto Mary Poppins riportando la gioia all’interno della loro famiglia. Non vi posso raccontare altro, perché se non l’avete ancora visto (ma mi sembra molto strano 😉 ) è giusto che vi godiate tutti i particolari ed effetti speciali che per quel tempo erano davvero molto avanzati!

Il tema principale è la contrapposizione tra due modi di pensare, di atteggiamento nei confronti della vita, di visione delle cose: da una parte, la razionalità ed il buon senso dominanti nel mondo degli adulti; dall’altra la ricchezza dell’irrazionalità, il valore della fantasia e dell’immaginazione, caratteristici nel mondo dei bambini e che si rivelano nella solidarietà, nella serenità e nell’amore.

Lo sviluppo della storia porta gli adulti ad aprirsi al mondo dei bambini ed i bambini a prendere coscienza delle difficoltà e dei problemi che si possono trovare nel mondo dei grandi, a capire la necessità di seguire delle regole che, senza essere troppo restrittive, devono basarsi sull’idea di una giusta misura nelle cose e nelle azioni.

Si tratta di un adattamento di una serie di romanzi scritti dal 1934 al 1988 dalla scrittrice Pamela Lyndon Travers con cui Walt Disney ebbe una trattativa complessa che durò una ventina di anni (il travagliato rapporto tra Disney e Travers è stato raccontato in Saving Mr Banks del 2013, con Emma Thompson e Tom Hanks).

Il film vinse cinque Oscar, fra cui spiccano quello a Julie Andrews come miglior attrice protagonista e i premi alla colonna sonora composta dai fratelli Sherman. E’ considerato come il coronamento dei successi cinematografici di Walt Disney.

mary poppins ciondolo in fimo julie andrews

(Mary Poppins nella versione del 1° film)

L’anno scorso poi è apparsa la notizia che sarebbe uscito il nuovo film “Il ritorno di Mary Poppins”, il sequel con l’attrice Emily Blunt ad interpretare la magica tata che torna dopo molti anni per occuparsi dei discendenti della stessa famiglia Banks.

Appena uscito a dicembre abbiamo prenotato i biglietti, ma non ci è stato possibile andare perché mia figlia si è ammalata. La seconda volta è stata più fortunata e così l’abbiamo visto io e lei sole (nel senso, senza marito e fratello), in trepida attesa entrambe (ma forse più io di lei!).

mary poppins cinema the space

Questa volta siamo nel 1935, durante la Grande Depressione, nella casa della famiglia Banks ora vive Michael, adulto e vedovo da un anno, con tre figli a cui badare: John, Annabel e Georgie. Per loro ha rinunciato alla passione per la pittura ed è entrato in banca, come suo padre prima di lui. Ma ora la stessa banca reclama la casa e Michael non ha i soldi per riscattarla.

I bambini sono costretti ad assumere responsabilità da adulti e di conseguenza stanno crescendo troppo rapidamente. A causa di questa situazione, la gioia e il fanciullesco senso della meraviglia sono assenti dalle loro vite. Mentre il rapporto di Michael con loro continua a peggiorare. Fortunatamente il vento inizia a cambiare ed ecco scendere dal cielo Mary Poppins, pronta ad aiutare grandi e piccoli in questa nuova avventura, supportata dall’amico Jake, lampionaio, interpretato da Lin-Manuel Miranda. Anche in questo caso non vi svelo altro se non che non solo a mia figlia, ma anche a me sarebbe piaciuto far parte dei loro viaggi magici!

Dick Van Dyke che interpretava Bert, spazzacamino amico di Mary Poppins, ed il vecchio Mr Dawes (personaggi presenti nel primo film) è l’unico attore del cast originale presente anche nel secondo film come Mr Dawes Jr.

Con il biglietto del cinema ho partecipato al concorso “Vinci un Viaggio nella Londra di Mary Poppins” promosso da The Space Cinema. Alice era speranzosa di vincere il viaggio per 4 persone ed aspettava il giorno dell’estrazione, il 31 gennaio, ma ovviamente non siamo state fortunate e non abbiamo vinto nulla!

mary poppins biglietto the space

La tentazione di riprodurre in pasta polimerica Mary Poppins interpretata prima da Julie Andrews e poi da Emily Blunt è stata forte per cui le ho realizzate entrambe, utilizzandole come ciondoli per collane.

mary poppins fasi lavorazione ciondoli in fimo

Quindi, attenzione quando cambia il vento perché qualcosa di strano e bello potrebbe accadere… e a proposito di belle notizie, vi annuncio che ci sarà una sorpresa per chi mi segue.

Dovrete solo prestare molta attenzione quando pubblicherò su Instagram una delle due foto qui sotto e successivamente il 12 maggio estrarrò una di voi. Restate sintonizzate… 🙂

mary poppins collana in fimo emily blunt

mary poppins ciondolo in fimo emily blunt

(Mary Poppins nella versione del 2° film)